Visita guidata – Salò

ItinerarioVisita guidata

Salò: il salotto del Garda

Curatissimo e fitto di bar-salotto affacciati sul lungolago è un invito irresistibile a lunghe pause di ristoro di fronte a un profondo e rigoglioso golfo.

Sulla via principale interna al borgo o affacciate sull'acqua, molte case eleganti ricordano ancora oggi il ruolo dominante che Salò ha tenuto per secoli in quanto capitale della Magnifica Patria della Riviera del Garda. Fin dal XIV sec. Salò venne designata quale sede dei rappresentanti della Comunità della Riviera, composta dai 36 comuni della riva occidentale del lago. Una volta sottomessa a Venezia la Comunità della Riviera prese il nome di Magnifica Patria e si eresse a Salò lo splendido palazzo che avrebbe ospitato i rappresentanti dei centri di un'area sempre più strategica per le politiche territoriali della Serenissima Repubblica.

Merita una visita la bellissima chiesa di S. Maria Annunciata, tanto grande e ricca di opere d'arte da essersi meritata l’appellativo di “Duomo” pur non essendo sede di cattedra vescovile. D'altro canto l'ampliamento e l'abbellimento eccezionale della pieve di Salò facevano parte di una strategia che puntava ad adeguare la forza e il prestigio della chiesa di Salò al primato politico che la cittadina già deteneva.

Capolavoro assoluto il Crocifisso ligneo che pende scenograficamente dall'Arco Santo. Si tratta di un rarissimo crocifisso quattrocentesco intorno al quale si addensano misteri e ricerche che ancora non hanno terminato il loro lavoro chiarificatore.

Il nome di Salò assunse triste risonanza internazionale quando, durante gli ultimi anni della Seconda guerra mondiale, Hitler e Mussolini decisero di fondare la Repubblica Sociale Italiana (RSI), la cui capitale "sparsa" concentrava un numero particolarmente alto di ministeri ed istituti lungo la sponda bresciana del lago di Garda.

Un percorso dedicato alle sedi della RSI distribuite a Salò è occasione molto interessante per ripercorrere un momento tanto tragico della storia italiana ma anche per comprendere le ragioni del malinteso che ancora oggi resiste e che riduce l'intera capitale della Repubblica Sociale (che occupava una buona fetta dell'Italia nord-orientale con ministeri distribuiti i molte città) alla sola Salò, tanto da essere più nota con il nome di Repubblica di Salò che con il proprio.

E ancora, molto interessante e articolato è il Mu.Sa., il Museo di Salò, allestito all'interno dell'imponente monastero di Santa Giustina. Anche se ormai riconoscibili solo dall'ossatura architettonica, gli ambienti del museo hanno riguadagnato fascino grazie alla ricostruzione contemporanea e agli allestimenti museali.

Nella sequenza delle sezioni si trova narrata la storia di Salò dall'età classica a quella contemporanea (RSI compresa ovviamente) attraverso reperti archeologici, collezioni d'arte, codici miniati, manifesti, divise, armi, oggetti d'uso...

Molto curiose e singolari le due sezioni scientifiche, una esibisce le macchine dell'Osservatorio sismico di Salò allestito nel 1877. L'area del Garda è altamente sismica e durante la visita al centro storico non si mancherà di parlare del terribile terremoto del 1901 che fu la causa della trasformazione dell'aspetto urbano e architettonico del borgo, ormai per lo più liberty.

L'altra sezione scientifica del museo è dedicata al Gabinetto anatomico di Giovan Battista Rini, pietrificatore ottocentesco. La pietrificazione di tessuti organici è un metodo di conservazione di corpi organici che conferisce loro una consistenza paragonabile a quella della pietra. Nel museo sono esposti 18 dei 39 preparati anatomici destinati a fini didattici all'ospedale di Salò, tra i quali non poche teste insieme ad arti, legamenti, busti e organi. Nonostante i metodi e le finalità scientifiche tali ricerche erano accompagnate da dicerie e leggende che si legavano a storie di banditi e assassini e a pratiche magiche di cui i ricercatori, Rini compreso, si ritenevano oscuri attori.

Vista la quantità di emergenze e di narrazioni possibili, proponiamo di seguito l'elenco di cose visitabili: devi solo scegliere la combinazione che credi faccia più al caso tuo tra tappe e tempo a disposizione (mezza giornata o giornata intera).

COSA SI PUÒ VEDERE CON LA GUIDA TURISTICA:

  • il borgo di Salò 
  • le sedi della RSI (solo esterni) 
  • il Duomo di Salò 
  • il Mu.Sa (su richiesta)

Per conoscere meglio il lago di Garda puoi abbinare alla visita guidata a Salò

  • TIPOLOGIA INCONTRO: Visita guidata
  • ACCESSIBILITÀ DIVERSAMENTE ABILI:
  • ALTRI COSTI: Biglietto d'ingresso al Mu.Sa se questo ingresso è previsto dalla tua organizzazione.

Modalità di pagamento e cancellazione della prenotazione salvo diverse esplicite indicazioni alla voce ATTENZIONE nel riquadro soprastante

Data

28 Mag 2020
Evento passato!
DOVE
Salò (Lago di Garda)
VISITE PRIVATE

Vuoi una guida esperta che segua solo te, la tua famiglia e i tuoi amici? Guarda le tariffe, richiedi informazioni e prenota.

GRUPPI DI ADULTI

Stai organizzando un gruppo di adulti? Guarda le tariffe, richiedi informazioni e prenota.

SCUOLE

Stai organizzando una gita, un 'uscita didattica o una visita online per la tua classe? Richiedi informazioni e un preventivo, risponderemo subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.