Visita online – le Dieci giornate di Brescia

StoriaVisita online

Scritto nella pietra: il "racconto urbano" delle Dieci giornate di Brescia

23 marzo del 1849: mentre sul fronte piemontese si chiudeva la Prima Guerra d'Indipendenza, con la vittoria definitiva dell'Austria, a Brescia scoppiava la rivolta delle Dieci giornate.

In piazza della Loggia, alla notizia della riscossione in Municipio di una multa imposta dagli austriaci alla città, si scatena una ribellione. Il popolo, riunito sulla piazza, apre una sassaiola e dà l'assalto ai carri che stavano portando viveri e legna alle truppe imperiali acquartierate in castello. Ha inizio così uno degli episodi più eroici, tragici e controversi della storia bresciana.

La città intera diviene teatro di guerra. La Torre del Pégol, come altri edifici, si converte in vedetta da cui impostare le strategie di difesa e in base operativa dei tiratori scelti che mirano agli austriaci riparati sul Cidneo.

Il 1° aprile, decimo e ultimo giorno della rivolta, all'alba tuonano i cannoni. Rispondono a stormo le campane che chiamano i bresciani all'ultima resistenza. Ma i nemici ormai non si trovano solo nella fortezza sul colle, hanno circondato la città e la attaccano dalle cinque porte. La resistenza è tenace ma disperata. Si resiste a Porta Pile, a Porta San Giovanni e a Porta Torrelunga. Si resiste a piazza dell'Albera (oggi intitolata a Tito Speri), su cui calano le truppe austriache del castello. Sorgono nuove barricate in Porta Bruciata, per sbarrare la via alla Loggia, ma gli austriaci ormai dilagano. Armati di scuri, di fiaccole e di pece distruggono e massacrano al passaggio compiendo atti di inenarrabile crudeltà.

Qualche decennio dopo, ormai liberi dall'oppressione austriaca e a Italia finalmente unita, assecondando una forte esigenza di mitizzazione degli episodi salienti del Risorgimento, perché "Fatta l'Italia [bisognava ancora] fare gli italiani" (M. d'Azeglio), si iniziò ad allestire in città un vero e proprio "racconto urbano" dedicato alla memoria dell'eroica rivolta.

Per mezzo di lapidi, monumenti, edifici e toponomastica, la storia delle Dieci giornate è stata scritta nella pietra per le vie del centro che ne furono teatro.

La ripercorreremo insieme a Rossana Braga durante questa visita guidata virtuale, proprio nel giorno in cui si ricorda l'inizio del tumulto. A voi, poi, la riscoperta quando vorrete...passeggiando per le vie del centro.

La relatrice:

Rossana Braga, guida turistica.

  • TIPOLOGIA INCONTRO: Visita Online
  • DURATA: 1 ora e 15 min. ca.

Modalità di pagamento e cancellazione della prenotazione salvo diverse esplicite indicazioni alla voce ATTENZIONE nel riquadro soprastante

Data

20 Apr 2021
Evento passato!
DOVE
Online su Piattaforma Zoom
VISITE PRIVATE

Vuoi una guida esperta che segua solo te, la tua famiglia e i tuoi amici? Guarda le tariffe, richiedi informazioni e prenota.

GRUPPI DI ADULTI

Stai organizzando un gruppo di adulti? Guarda le tariffe, richiedi informazioni e prenota.

SCUOLE

Stai organizzando una gita, un 'uscita didattica o una visita online per la tua classe? Richiedi informazioni e un preventivo, risponderemo subito.

I commenti sono chiusi.